Solo nel letto e penso a te… Che bello non sentire gli odori 

Sono qui nel letto, ieri avevo dormito sul divano d ci sono ancora i cuscini come li abbiamo lasciati… Pensare che ci hai dormito tu due sere fa mi fa impazzire. 

Sono felice di non sentire il tuo odore.. Ne morirei, sono felice di non sentirlo… Di non rimanerne soap innamorato estasiato. 

Sono qui nel letto e penso a tutti i bei momenti passati assieme, le risate i viaggi, le bevute, le nostre avventure ed i nostri piccoli furti. 

Sono qui nel letto e non faccio altro che pensare a te mi chiedo quando finirà. 

Sono qui nel letto… Senza te… Senza la mia anima… Senza il mio cuore, senza il mio amore.. 

Sono qui nel letto

Sono qui nel letto

Solo… Qui…. Nel letto… 

Senza te

Annunci

RAIMBOW MONTE POLLINO CALABRIA

RAIMBOW MONTE POLLINO CALABRIA
ho voluto fare questa esperienza.
Il mio intento, evidentemente, era quello di farne un reportage fotografico.
Ma, vengo a conoscenza del fatto che era assolutamente vietato l`uso di qualsiasi apparecchio di questo tipo, smartphone in primis.
quindi non mi e` rimasto che scrivere appunti, per restare in tema con il mio intento.

ARRIVO

si e` tutti sorelle e fratelli nel concetto di famiglia!
l`abbraccio e` un saluto di benvenuto di alto contenuto, non un simbolo, ma certezza di vita!

IL CAMPO

C`e` un cerchio perfetto al centro della radura, delineato con pietre
al suo interno il posto del fuoco sacro.
sulla collinetta a ridosso del cerchio, una figura di giovane donna, ritta in piedi, in equilibrio sulle piante dei piedi di un ragazzo disteso in terra, con le gambe ad angolo retto verso l`alto.
dietro lei un cielo terso, azzurro come non mai.
La ragazza e` immobile, lo sguardo lontano.
Mi concedo la meraviglia di sentirmi impotente, inespresso, nel mio impulso di fermare quel`attimo.

LA CUCINA

la capanna adibita a cucina e` animata da corpi nudi,
vige l`abbraccio gioioso.
Un tamburo in lontananza ritma il tempo,
la legna e` stata raccolta, c`e` da preparare il pranzo.
Voci, richiami all`unisono, risposte in lontananza.
Tutto accade sempre!

IL CERCHIO

Blu` arriva con la legna sulle spalle, entra nel cerchio e ravviva il fuoco `sacro`, parla con qualcuno di energia, quello di cui e` perfetto parlare.
Il sole e` alto io torno a guardare il fuoco `sacro`.

SACRO

Tutto ciò` che si ritiene sacro e` sacro!
anche un abbraccio!
anche il pianto!
anche il silenzio rotto dal battito d`ali degli insetti intorno!
Il `sacrilegio` poi, e` nel rimanere ottusi!

NICOLA
Nicola e il suo cane Luna
Nicola e le pulci
Nicola la mattina arriva da noi e chiede il caffè`
Nicola piscia dietro un cespuglio, Luna il suo cane cieco lo segue da lontano

I PICCOLI COSMO E GEMMA

hanno raccolto fiori, attraversano il campo raccontandosi cose.
La voce dei bambini rafforza la meditazione sotto il caldo sole.

GLI ALTRI

Parlare con gli altri e` un buon esercizio di vita!
La vita!
Raccontarsi, riprendere da un qualsiasi posto di te stesso, e concedere e concedersi all`ascolto.
La bellezza poi e` sciogliere sorrisi!

ARMONIA

Alle mie spalle parte armonioso il suono di uno strano strumento a corde.
capelli lunghissimi, barba, un uomo con gli occhi sereni, rivolti al vuoto della bellezza.
Un vento leggero di questo giorno di mezza estate, muove le foglie.
In alto volando, un gheppio emette versi tintinnanti.

LA TENDA

Il disordine della mia tenda me lo godo in questa mattinata di tranquilla vita da campo.
Sono un cazzo di sioux con la retorica dei miei appunti!
Non si deve necessariamente cavalcare un pony o rincorrere bisonti, penso, per intuire la bellezza che poteva esserci negli accampamenti dei nativi d`America, basta sentire il campo intorno, e guardare la cornice delle montagne inalberate.

ARRIVI

Rosaria e` arrivata e` bella libera, ha illuminato questa serata.
ha messo nel mio cuore una dolcezza infinita!

NOTTE DI LUNA PIENA

Il suono dei tamburi e` potente
il fuoco sacro s`innalza al cielo maestoso
i corpi nudi sono perfetti illuminati dal fuoco all interno del cerchio

i corpi nudi sono armoniosi nella consapevolezza di se!
Il canto e` all`unisono, coinvolgente
la danza li unisce in un mistero fatto di occhi chiusi,
come a voler guardarsi dentro,
ed un miscuglio di anime voluttuose e sensuali
Si sfiorano, si desiderano,
c`e` la bellezza espressa incontaminata, viva,
ed il fuoco ottenebra i sensi, li rende invincibili nella espressione della divinità`,
che` ogni dio si compiace della sua opera!

Prendersi per mano per cercare armonia in un`unica vibrazione, e` l`inizio del loro viaggio.
li guardo stupefatto.
La luna e` nella sua perfetta pienezza
e sara` la luna stessa, a rendere misteriosa la divinità` del sole.

RISVEGLIO

Il cerchio e` inondato di luce c`e` chi dorme al suo interno, il sole e` alto e ripete in eterno la sua concessione di energia divina.
La brace e` viva
La notte e` stata propizia di suoni, di canti, e balli tribali, profetici.
E giovani guerrieri, immobili nei corpi, ancora presi dalla nostalgia dei sogni, rimangono sospesi, inconsapevoli, sacrificati sugli atroci altari del dubbio,
tra la vita e la vita stessa
quella sognata e quella da vivere.
Ed io con la tenerezza di un figlio, e la consapevolezza di un padre mi chiedo…
Cosa ne sara` di loro?
cosa ne sara` di me?

Notte amici, da un’anima felice

Spero di guarire di te in pochi giorni. Devo smettere di fumarti, di berti, di pensarti. Ce la posso fare, seguendo i precetti della morale di turno. Mi prescrivo tempo, astinenza, solitudine.

Ti può andare bene se ti amo soltanto una settimana? Non è molto, né poco, è abbastanza. In una settimana si possono radunare tutte le parole d’amore che si sono pronunciate sulla terra e le si può mandare al rogo. Ti scalderò col falò del loro amore in fiamme. E anche col loro silenzio. Perché le migliori parole d’amore vivono tra due persone che non si dicono nulla.

Bisogna bruciare pure quell’altro linguaggio laterale e sovversivo degli amanti. (tu lo sai come ti sto dicendo che ti amo quando dico: “Che caldo che fa”, “Sai guidare?”, “Si è fatto notte”… Tra la gente, in mezzo alla tua gente e alla mia, ti ho detto “s’è fatto tardi”, e tu sapevi che ti stavo dicendo “ti amo”)

Jaime Sabines (México 1926-1999)

Viviamo da umani in un mondo di alieni, buon pomeriggio amici

Quelli come me, guardano agli altri come guardano a se stessi.
Gente che beve, gente che mangia, gente che sorride, gente che abbraccia, gente che vive, che ama, che muore.
Quelli come me rispettano gli altri, le loro opinioni ed il loro credo, pur non condividendoli.
Capiscono e comprendono le paure dell’altro, imposte da una società anarchica nell’uguaglianza, e ferma nel capitalismo che prevale e detta le regole.
Quelli come me, comprendono lo strazio intimo, la solitudine popolata, il sogno senza sonno, capiscono gli occhi, perché sono precipitati in se stessi, scoprendo la melma in loro.
La carezza può essere schiaffo. L’abbraccio, abbandono. Il sorriso, ingannevole.
Quelli come me, hanno accantonato i colori, per aprire i cuori.
Senza età ne sesso, nemmeno credo, viviamo da umani, in un mondo di alieni.

Buon pomeriggio amici

Semplice no?

Nei cuori, il seme della mattina, diventa la pianta della sera.
Chi pianta amore, raccoglie fiori nelle praterie dell’anima.
Chi semina odio, troverà distese di cactus..

Buon pomeriggio amici

Buon pomeriggio destinazione paradiso, paradiso città…

“Avevo casa. Era in un posto del mondo. Ma il mondo era fuori casa. Volevo vederlo non per capirlo, ma per conoscerlo. Le persone cercano di spiegare i loro stati, io cercavo di viverli, poiché ritenevo che tentare di spiegarli voleva semplicemente dire giustificarsi e, dunque, ci si sentiva colpevoli. Non lo ero, ero curioso. Tutto qui. Una casa é un principio, pur essendo rifugio. Ripara dagli altri, e chiude agli altri. Una casa non é come una strada, non é comune, é personale, intima, riservata. Io avevo la casa, mi mancava la strada.”

Oggi ho una casa e sto percorrendo la mia strada per il mondo…

Buon pomeriggio amici

Buona giornata ricca d’arte amici miei

L’arte andava per i fatti suoi. I versi, cambiavano direzione.
E le rime, mescolate, galleggiavano sparse nell’immensità del tutto.
Non c’é rotta, il soffio stesso della vita é universale.
Anime che traghettano se stessi, spesso, nel buio degli altri.
I cieli, quando piove, emulano gli Oceani. La lacrima di un Uomo, rotola sempre sulla guancia.
C’é aria. Di dolo, di violenza, di amore, di amicizia, di fratellanza, di bene, di malvagità.
C’é aria, poiché c’é vita.

Buona giornata amici

E la verità è che Ho aspettato a lungo Qualcosa che non c’è Invece di guardare il sole sorgere

Elisa – “Qualcosa che non c’è”

Tutto questo tempo a chiedermi
Cos’è che non mi lascia in pace
Tutti questi anni a chiedermi
Se vado veramente bene
Così
Come sono
Così
Così un giorno
Ho scritto sul quaderno
Io farò sognare il mondo con la musica
Non molto tempo
Dopo quando mi bastava
Fare un salto per
Raggiungere la felicità
E la verità è che
Ho aspettato a lungo
Qualcosa che non c’è
Invece di guardare il sole sorgere
Questo è sempre stato un modo
Per fermare il tempo
E la velocità
I passi svelti della gente
La disattenzione
Le parole dette
Senza umiltà
Senza cuore così
Solo per far rumore
Ho aspettato a lungo
Qualcosa che non c’è
Invece di guardare
Il sole sorgere
E miracolosamente non
Ho smesso di sognare
E miracolosamente
Non riesco a non sperare
E se c’è un segreto
È fare tutto come
Se vedessi solo il sole
Un segreto è fare tutto
Come se
Fare tutto
Come se
Vedessi solo il sole
Vedessi solo il sole
E non, qualcosa che non c’è

State con chi amate, l’estinzione è vicina

«Riassunto delle ultime due settimane, per i distratti:

[1] La Groenlandia perde 11 miliardi di tonnellate di ghiaccio al giorno
[2] Entro pochi decenni potremmo dire addio ai ghiacciai delle Alpi
[3] La Siberia sta andando a fuoco mandando tonnellate di gas serra nell’atmosfera (e continua)
[4] Lo scorso luglio è stato il mese più caldo mai registrato. Di sempre.
[5] Tra una ventina di anni l’artico potrebbe restare senza ghiacci
[6] Il nuovo governo brasiliano ha duplicato il disboscamento dell’Amazzonia
[7] Presto un quarto della popolazione mondiale rimarrà senza acqua
[8] Il cambiamento climatico destabilizzerà la geopolitica nel breve termine
[9] Parti del pianeta densamente popolate saranno invivibili a causa del caldo

Notate che fino a qualche anno fa si parlava di fenomeni attesi per il 2100, mentre adesso stiamo parlando del 2030-2050, cioè di dopodomani.
E parliamo di estinzione – veramente – con un finale davvero poco piacevole.
L’agenda politica della maggior parte dei paesi nemmeno sfiora questi problemi, mentre noi assuefatti non abbiamo idea di dove iniziare per cambiare le cose, a conferma che «così finisce il mondo / non in un baccano ma in un piagnisteo».

Passate più tempo che potete con chi amate… Non ne avrete più molto a vostra disposizione e i rimpianti non vi aiuteranno.

Notte a tutti

Notte mondo da un’anima persa

Non è mai strada diritta la vita.
Via impervia a volte, infinita sempre.
Ma ci sono degli angoli, che nascondono.
Insidie, o meraviglie.
Io arrivai li all’incrocio.
Sopra di me, c’era il cielo.
Davanti, il mare.
A destra ed a sinistra, tanta sabbia.
Non mi girai a guardare dietro.
Sapevo degli sguardi quasi spenti,
Che aspettavano me per ricominciare a vedere.
Non arrivai mai. Perso nell’immensità del mare.
I sogni, che eran esigenze, lasciati a galleggiare come meduse.
E li, dal cielo, gli occhi vitrei, di coloro che aspettavano me.

Buonanotte mondo

Vittime di ciò che abbiamo fatto e ciò che siamo

Stamattina guardavo il telegiornale e ho appreso la notizia. Nadia Toffa non ce l’ho fatta. Mi spiace, molto, ho pianto, come mi capita quando vedo o ascolto qualcosa di triste. Poi ho sentito il meteo, pioggia al nord con temporali, Africa al sud…

Cosa cerco di dire con queste due notizie? Semplice, il tempo, il cancro sono stati ampliati da noi questi fenomeni. Leggevo ed osservavo i video dei vari ghiacciai che si scioglievano non lasciando scampo. Non sono un pessimista ma sono anni che dico che per salvarci solo qualche grosso evento catastrofico potrebbe risolvere in parte il problema.

Beh credo ci siamo, tutte i tasselli sono al posto giusto, credo che al massimo in un anno ci saranno cambiamenti climatici, realmente rilevanti ahimè con strascichi di morti e feriti, da considerare in un numero che potrebbe essere davvero elevato.

L’Italia devastata da tornado, uragano ed altri eventi simili come tsunami o altro, così come l’Europa, preda di ciò che abbiamo fatto negli anni con le nostre mani.

Solo ora di prova ad abolire la plastica, fare la differenziata come si deve, provare insomma a salvare il pianeta.

Mi diverto quando sento i cosiddetti giovani… Non sanno che la loro giovinezza passerà ahimè in fretta quando dovranno far conto con ciò che ci aspetta…o meglio li aspetta.

Nel frattempo mi godo ciò che di bello ha da offrirmi tutti i giorni la vita.

Bella o brutta che sia, perché siamo tutti un po’ vittime…c’è chi lo dice e chi si sente tale… Ma se siamo così.. La colpa è sempre e solo nostra… Non lamentiamoci… Piuttosto I’ve possibile proviamo a far qualcosa. Io… Beh io. Ho già dato… Ora tocca a voi…

Buona giornata gente