Solo nel letto e penso a te… Che bello non sentire gli odori 

Sono qui nel letto, ieri avevo dormito sul divano d ci sono ancora i cuscini come li abbiamo lasciati… Pensare che ci hai dormito tu due sere fa mi fa impazzire. 

Sono felice di non sentire il tuo odore.. Ne morirei, sono felice di non sentirlo… Di non rimanerne soap innamorato estasiato. 

Sono qui nel letto e penso a tutti i bei momenti passati assieme, le risate i viaggi, le bevute, le nostre avventure ed i nostri piccoli furti. 

Sono qui nel letto e non faccio altro che pensare a te mi chiedo quando finirà. 

Sono qui nel letto… Senza te… Senza la mia anima… Senza il mio cuore, senza il mio amore.. 

Sono qui nel letto

Sono qui nel letto

Solo… Qui…. Nel letto… 

Senza te

Annunci

Sogno, incubo o realtà?

Ieri sera stavo poggiando gli stivali che mi hanno regalato, tutti numeri dal 39 al 41,camperos bellissimi a posto quando ad un tratto uno strano squillo attira la mia attenzione dal cellulare, era uno squillo che erano mesi che non ascoltavo, il tempo di leggere il messaggio e lo stesso è sparito. Ho cancellato quel numero che conoscevo benissimo e… Non ho dormito tutta la notte. Meno male che oggi non avevo lavoro. La cosa strana è che la notte prima avevo pianto e molto, semplicemente guardando finali di film o situazioni dolci, ne avevo bisogno.

Ma torniamo a quel momento, credevo all’inizio che fosse uno squillo di line, ma quando ho letto quel messaggio e lho visto sparire, per un attimo è come se fossimo connessi, l’uno di fianco all’altro. Milioni di pensieri mi sono arrivati alla testa. Si mi manca, mi mancano i suoi messaggi, i pochi baci, il fare l’amore, l’accarezzarla mentre dorme… Ma poi… Non mi mancano i suoi atteggiamenti, le sue assenze, le sue bugie, i suoi amanti o corteggiatori, quell’ansia che tutto potesse cambiare da un attimo all’altro perché quella bambina non sapeva pensare, non aveva pazienza e maturità. Non sapeva cosa fare e pensare. Mi è ritornata quell’ansia, ma allo stesso tempo quando quel messaggio è sparito anche un po’ di ansia è sparita con lui.

Non ci credo più, ho letto ciò che scrisse, le “belle parole” che ha avuto quando si è innamorata di un altro. Io ero squallore. Forse ha ragione, fatto sta che un giorno vorrei rivederla. Da donna, non da bambina. Ma mi sa che ancora dovranno passare anni.

Nel frattempo vivo la mia vita, felice e sereno.

E mi chiedo visto che ho cancellato se è stato solo un sogno un incubo o la realtà.

Buona serata amici

Buon pomeriggio amici, se avete bisogno ci sono

Non sono uno di quelli che si incontrano per caso all’angolo della strada.
Gente come me, è più comune trovarla nei bui angoli di anime in pena.
O nei meandri di cuori infranti.
Non mi si trova al bar, ma dentro le parole, nell’ascolto, semplicemente accanto.
Ed accanto, non è al telefono, non è nemmeno accanto, è insieme.
In realtà, non faccio parte della gente che si cerca, ma di quella che si trova.
Poiché valori e voleri vanno di pari passo, mi sono spogliato, ed ho trovato voi.
In fondo a quella carne, nel labirinto dove si nasconde il cuore, nel folto della bugia.
Sono uno di quelli che si incontrano nell’orrore, nella crudeltà.
Perché quelli come me non hanno strada che non siano gli altri. Ed in quel cammino, sono soli, ma non lasciano nessuno solo.
Sono uno di quelli la, intrappolato in fondo ad un pozzo.
E che pian piano, fa passare tutti sulle sue spalle per guadagnare l’uscita.

Buon pomeriggio amici, se avete bisogno ci sono

La vita è meravigliosa

Ed un giorno ti svegli ed al tuo fianco hai ciò che hai sempre desiderato, ciò che hai sempre cercato è lo al tuo fianco, come un dipinto di una dea, una dea dai tratti italiani seppur non lo sono, la dolcezza intensa ed immensa di una parlata in francese e li lei, la principessa Leila, dolce come non mai, sensuale come mai avresti potuto immaginare. Dopo aver fatto l’amore ti rendi conto di quanto era tutto sbagliato prima. Di quanto il tuo cercare di aiutare chi aiuto non cerca in quanto vuol essere malato ti fa capire quanto sia bello, inverosimile e idilliaco ciò che ora hai. Ho aspettato ed atteso senza accontentarmi di quella che poteva essere la storia di un momento. Senza accettare compromessi di una persona che non ti vuole ma vuole altro.

Sono al suo fianco e mentre accarezzo il suo corpo, il suo “prendimi” suona come poesia di altri tempi.

Si mi sono nuovamente innamorato, ho archiviato il male che avevo in corpo e dopo una seduta di ayahuasca in sua compagnia abbiamo parlato, come mai avevo fatto prima, confidando e ascoltando le confidenze di un’anima come la mia finalmente pura.

Abbiamo bevuto e fatto l’amore, guardandoci negli occhi, non serviva dirvi ti amo i nostri occhi lo dimostravano ogni attimo, mentre mi stava sopra e mentre le stavo sopra….

Il suo corpo, probabilmente il classico scolpito per colei che insegna fitness, è per me qualcosa di indecifrabile.

La perfezione, finalmente credo di aver trovato colei che mi completa, ci racconterò nei prossimi giorni come andrà, nel frattempo con il cuore colmo d’amore e gli occhi che mi brillano, le accarezzo la spalla, il braccio e lei stringendomi nuovamente la mano, si gira mi bacia e mi sussurra, prendimi, je t’aime… Ed io… Io sto sognando forse, ma lasciatemi sognare… E notte a tutti i sognatori

La vita è meravigliosa

Oggi mi sono reso conto, sorridendo in auto come uno stupido di quanto possa essere meravigliosa la vita. Non credo di essere mai stato così felice, tutto questo stando da solo, vivendo giorno per giorno ciò che mi capita, tutte esperienze magnifiche, dal dormire in casa con 5 ragazze, tre con me nel salone e altre due nella mia stanza, vivermi quelle pseudo relazioni, in assoluta libertà e gioia, partendo da Dany, la mia ex colf con la sua compagna 23 enne e la sua migliore amica. Ritrovarmi abbracciato così da sconosciute seminude, amore libero e senza confini né rancori.

Libero da catene mentali o sudditanza, accettare con questo nuovo profilo, Jean Claude Matsoul, divenuto già famoso in tutta Napoli per la quantità di richieste et proposte da parte di straniere.

Non mi sono mai goduto così tanto la vita. È proprio vero che la seconda vita inizia a 40 anni… Ed io ci sono nel pieno, così tra nuove russe, già collaudate tedesche e nuove spagnole, vado avanti, guadagnando tanto, spendendo altrettanto e godendo della vita a più non posso.

Solo di una cosa son certo, tornare indietro sarebbe il più grande errore della mia vita. La felicità è tangibile, la senti dentro, ti trasporta e ti fa sorridere come uno sciocco anche quando attendi due svedesi che stanno visitando il Vesuvio vestite da porno attrici.

Grazie upper me, grazie per aver premiato la mia pazienza e il mio essere sempre educato e rispettoso, nonostante qualche errore.

Vivete a pieno tutti i momenti, alle persone buone e positive solo cose positive, alle cattive normale negatività e male.

Sono libero da tutto ciò che sta negativo e male e sto vivendo da dio!

Grazie a voi per p avermi letto, per leggermi ed avermi sostenuto.

Oggi sono io a dirvi chi sono e che ci sono se avete bisogno.

La vita è una cosa meravigliosa

RAIMBOW MONTE POLLINO CALABRIA

RAIMBOW MONTE POLLINO CALABRIA
ho voluto fare questa esperienza.
Il mio intento, evidentemente, era quello di farne un reportage fotografico.
Ma, vengo a conoscenza del fatto che era assolutamente vietato l`uso di qualsiasi apparecchio di questo tipo, smartphone in primis.
quindi non mi e` rimasto che scrivere appunti, per restare in tema con il mio intento.

ARRIVO

si e` tutti sorelle e fratelli nel concetto di famiglia!
l`abbraccio e` un saluto di benvenuto di alto contenuto, non un simbolo, ma certezza di vita!

IL CAMPO

C`e` un cerchio perfetto al centro della radura, delineato con pietre
al suo interno il posto del fuoco sacro.
sulla collinetta a ridosso del cerchio, una figura di giovane donna, ritta in piedi, in equilibrio sulle piante dei piedi di un ragazzo disteso in terra, con le gambe ad angolo retto verso l`alto.
dietro lei un cielo terso, azzurro come non mai.
La ragazza e` immobile, lo sguardo lontano.
Mi concedo la meraviglia di sentirmi impotente, inespresso, nel mio impulso di fermare quel`attimo.

LA CUCINA

la capanna adibita a cucina e` animata da corpi nudi,
vige l`abbraccio gioioso.
Un tamburo in lontananza ritma il tempo,
la legna e` stata raccolta, c`e` da preparare il pranzo.
Voci, richiami all`unisono, risposte in lontananza.
Tutto accade sempre!

IL CERCHIO

Blu` arriva con la legna sulle spalle, entra nel cerchio e ravviva il fuoco `sacro`, parla con qualcuno di energia, quello di cui e` perfetto parlare.
Il sole e` alto io torno a guardare il fuoco `sacro`.

SACRO

Tutto ciò` che si ritiene sacro e` sacro!
anche un abbraccio!
anche il pianto!
anche il silenzio rotto dal battito d`ali degli insetti intorno!
Il `sacrilegio` poi, e` nel rimanere ottusi!

NICOLA
Nicola e il suo cane Luna
Nicola e le pulci
Nicola la mattina arriva da noi e chiede il caffè`
Nicola piscia dietro un cespuglio, Luna il suo cane cieco lo segue da lontano

I PICCOLI COSMO E GEMMA

hanno raccolto fiori, attraversano il campo raccontandosi cose.
La voce dei bambini rafforza la meditazione sotto il caldo sole.

GLI ALTRI

Parlare con gli altri e` un buon esercizio di vita!
La vita!
Raccontarsi, riprendere da un qualsiasi posto di te stesso, e concedere e concedersi all`ascolto.
La bellezza poi e` sciogliere sorrisi!

ARMONIA

Alle mie spalle parte armonioso il suono di uno strano strumento a corde.
capelli lunghissimi, barba, un uomo con gli occhi sereni, rivolti al vuoto della bellezza.
Un vento leggero di questo giorno di mezza estate, muove le foglie.
In alto volando, un gheppio emette versi tintinnanti.

LA TENDA

Il disordine della mia tenda me lo godo in questa mattinata di tranquilla vita da campo.
Sono un cazzo di sioux con la retorica dei miei appunti!
Non si deve necessariamente cavalcare un pony o rincorrere bisonti, penso, per intuire la bellezza che poteva esserci negli accampamenti dei nativi d`America, basta sentire il campo intorno, e guardare la cornice delle montagne inalberate.

ARRIVI

Rosaria e` arrivata e` bella libera, ha illuminato questa serata.
ha messo nel mio cuore una dolcezza infinita!

NOTTE DI LUNA PIENA

Il suono dei tamburi e` potente
il fuoco sacro s`innalza al cielo maestoso
i corpi nudi sono perfetti illuminati dal fuoco all interno del cerchio

i corpi nudi sono armoniosi nella consapevolezza di se!
Il canto e` all`unisono, coinvolgente
la danza li unisce in un mistero fatto di occhi chiusi,
come a voler guardarsi dentro,
ed un miscuglio di anime voluttuose e sensuali
Si sfiorano, si desiderano,
c`e` la bellezza espressa incontaminata, viva,
ed il fuoco ottenebra i sensi, li rende invincibili nella espressione della divinità`,
che` ogni dio si compiace della sua opera!

Prendersi per mano per cercare armonia in un`unica vibrazione, e` l`inizio del loro viaggio.
li guardo stupefatto.
La luna e` nella sua perfetta pienezza
e sara` la luna stessa, a rendere misteriosa la divinità` del sole.

RISVEGLIO

Il cerchio e` inondato di luce c`e` chi dorme al suo interno, il sole e` alto e ripete in eterno la sua concessione di energia divina.
La brace e` viva
La notte e` stata propizia di suoni, di canti, e balli tribali, profetici.
E giovani guerrieri, immobili nei corpi, ancora presi dalla nostalgia dei sogni, rimangono sospesi, inconsapevoli, sacrificati sugli atroci altari del dubbio,
tra la vita e la vita stessa
quella sognata e quella da vivere.
Ed io con la tenerezza di un figlio, e la consapevolezza di un padre mi chiedo…
Cosa ne sara` di loro?
cosa ne sara` di me?

Notte amici, da un’anima felice

Spero di guarire di te in pochi giorni. Devo smettere di fumarti, di berti, di pensarti. Ce la posso fare, seguendo i precetti della morale di turno. Mi prescrivo tempo, astinenza, solitudine.

Ti può andare bene se ti amo soltanto una settimana? Non è molto, né poco, è abbastanza. In una settimana si possono radunare tutte le parole d’amore che si sono pronunciate sulla terra e le si può mandare al rogo. Ti scalderò col falò del loro amore in fiamme. E anche col loro silenzio. Perché le migliori parole d’amore vivono tra due persone che non si dicono nulla.

Bisogna bruciare pure quell’altro linguaggio laterale e sovversivo degli amanti. (tu lo sai come ti sto dicendo che ti amo quando dico: “Che caldo che fa”, “Sai guidare?”, “Si è fatto notte”… Tra la gente, in mezzo alla tua gente e alla mia, ti ho detto “s’è fatto tardi”, e tu sapevi che ti stavo dicendo “ti amo”)

Jaime Sabines (México 1926-1999)

Viviamo da umani in un mondo di alieni, buon pomeriggio amici

Quelli come me, guardano agli altri come guardano a se stessi.
Gente che beve, gente che mangia, gente che sorride, gente che abbraccia, gente che vive, che ama, che muore.
Quelli come me rispettano gli altri, le loro opinioni ed il loro credo, pur non condividendoli.
Capiscono e comprendono le paure dell’altro, imposte da una società anarchica nell’uguaglianza, e ferma nel capitalismo che prevale e detta le regole.
Quelli come me, comprendono lo strazio intimo, la solitudine popolata, il sogno senza sonno, capiscono gli occhi, perché sono precipitati in se stessi, scoprendo la melma in loro.
La carezza può essere schiaffo. L’abbraccio, abbandono. Il sorriso, ingannevole.
Quelli come me, hanno accantonato i colori, per aprire i cuori.
Senza età ne sesso, nemmeno credo, viviamo da umani, in un mondo di alieni.

Buon pomeriggio amici

Semplice no?

Nei cuori, il seme della mattina, diventa la pianta della sera.
Chi pianta amore, raccoglie fiori nelle praterie dell’anima.
Chi semina odio, troverà distese di cactus..

Buon pomeriggio amici

Buon pomeriggio destinazione paradiso, paradiso città…

“Avevo casa. Era in un posto del mondo. Ma il mondo era fuori casa. Volevo vederlo non per capirlo, ma per conoscerlo. Le persone cercano di spiegare i loro stati, io cercavo di viverli, poiché ritenevo che tentare di spiegarli voleva semplicemente dire giustificarsi e, dunque, ci si sentiva colpevoli. Non lo ero, ero curioso. Tutto qui. Una casa é un principio, pur essendo rifugio. Ripara dagli altri, e chiude agli altri. Una casa non é come una strada, non é comune, é personale, intima, riservata. Io avevo la casa, mi mancava la strada.”

Oggi ho una casa e sto percorrendo la mia strada per il mondo…

Buon pomeriggio amici

Buona giornata ricca d’arte amici miei

L’arte andava per i fatti suoi. I versi, cambiavano direzione.
E le rime, mescolate, galleggiavano sparse nell’immensità del tutto.
Non c’é rotta, il soffio stesso della vita é universale.
Anime che traghettano se stessi, spesso, nel buio degli altri.
I cieli, quando piove, emulano gli Oceani. La lacrima di un Uomo, rotola sempre sulla guancia.
C’é aria. Di dolo, di violenza, di amore, di amicizia, di fratellanza, di bene, di malvagità.
C’é aria, poiché c’é vita.

Buona giornata amici