Solo nel letto e penso a te… Che bello non sentire gli odori 

Sono qui nel letto, ieri avevo dormito sul divano d ci sono ancora i cuscini come li abbiamo lasciati… Pensare che ci hai dormito tu due sere fa mi fa impazzire. 

Sono felice di non sentire il tuo odore.. Ne morirei, sono felice di non sentirlo… Di non rimanerne soap innamorato estasiato. 

Sono qui nel letto e penso a tutti i bei momenti passati assieme, le risate i viaggi, le bevute, le nostre avventure ed i nostri piccoli furti. 

Sono qui nel letto e non faccio altro che pensare a te mi chiedo quando finirà. 

Sono qui nel letto… Senza te… Senza la mia anima… Senza il mio cuore, senza il mio amore.. 

Sono qui nel letto

Sono qui nel letto

Solo… Qui…. Nel letto… 

Senza te

Annunci

Carboni – io non voglio

Oggi ho scoperto che no, non ci sei solo te
Per fortuna c’è un mucchio di gente che io non amo
Stiamo stretti stretti nel tram
Parliamo del tempo che fa
Senza ucciderci con le parole
O andare a pezzi in un’esplosione
E invece guarda che fine che fa
Che fa la gente
In amore spara guardi e silenzi
Che fa male più di mille parole
Fanno male più di mille parole
Io non voglio
Fare l’amore
Voglio un miracolo
Un cambiamento radicale
Io non voglio
Carezze del sole
Io voglio un brivido
Voglio essere totale
Che sia stupendo anche sbagliare
E quando sono con te
I vicini dicono che son strano
Io lo penso di loro, è così
Tutti e due facciamo un bel centro
No, non sbagliamo
È fantastica tutta questa gente
Che non amiamo
Ci dà pace, ci mette mi piace
Non sta male e ci sa perdonare
No, non piange non si vuole vendicare
Io non voglio
Fare l’amore
Voglio un miracolo
Un cambiamento radicale
Io non voglio
Carezze del sole
Io voglio un brivido
Voglio essere totale
Che sia stupendo anche sbagliare
E quando sono con te
Quando sono con te
Quando siamo io e te
Io non voglio
Fare l’amore
Voglio un miracolo
Un cambiamento radicale
Io non voglio
La luce del sole
Io voglio un brivido
Voglio essere totale
E sentire che è immortale
Quando siamo io e te

A volte il destino è così strano

Guardavo l’Inter ieri sera… Ci prego stendiamo un velo pietoso sul risultato… Si sono interista… E dopo soli 10 minuti mentre chiudevo una… Sigaretta… (canna) mi sono reso conto che non avevo il cellulare con me.. Quindi dopo 7 minuti esatti(7 il mio numero fortunato) decido di rientrare a casa per riprenderlo.

Salgo a piedi nonostante il freddo, nonostante la fretta, nonostante sia più veloce con l’auto… Ci avrei impiegato 30 secondi, +1 minuti per salire e scendere e dopo altri 45 secondi sarei stato lì a vedere il secondo tempo della partita.

SLIDING DOORS

Decido do andare a piedi arrivo dopo un minuto… Incontro la luna ed il sole li.. Si palesa.. In un incipit.. Di quello che sarà forse lo spettacolo più bello dei prossimi giorni, mesi o anni chi sa…

Quell’espressione della luna a testa bassa e quel sole stretto che ti scalda.

Ora sono a piazza Cavour… Lavoro..

Ma penso a come è strano il destino.

Natale con i tuoi.. O meglio… da solo

Un ennesimo natale si avvicina ed un’ennesima volta lo passerò da solo, ma stavolta a differenza degli altri anni quando sono stato con qualche ospite, stavolta resterò davvero da solo. I miei genitori andranno a Miami ed io resterò a casa e lo passerò da solo. È una delle festività che meno sento e che più mi veste di una malinconia atroce.

Tutti assieme nelle altre famiglie ed io che non riesco ad indossarne nessuna che mi stia non dico a pennello ma anche leggermente inadatta. In passato ne ho avuta qualcuna ma si vede che le festività non sono fatte per me.

Oggi pensavo a ciò che potrei fare ma nel deserto dei miei pensieri neanche una palma neanche un miraggio che mi consente di evadere da questa malinconica festività.

Negli anni passati bene o male sono stato felice, l’ultimo con l’attesa di un capodanno che mi ha reso felice in quanto in sua compagnia.. Questo sarà uno dei più atroci.

Ma le sfide sono fatte per essere affrontate e superate e quindi andiamo avanti, lottiamo, con il coltello tra i denti sicuramente questa ennesima prova riuscirà da un lato a fortificarmi, dall’altra a far sì che il mio cuore continui nel suo processo di indurimento.

Diverrà sempre più pietra, sempre più arido e vuoto.

Forse da persona ipersebsibile ne ho bisogno.

Ho bisogno di non piangere, magari lo passerò semplicemente curandomi, quale migliore occasione per prendere la penultima dose di medicina.

Per la prima volta da solo in casa, vedremo se riuscirò a star meglio o se cadró in un baratro di sconforto.

Ad oggi la medicina è l’unica cosa che ho in mente di poter fare da solo.. La mia è invidia benevola.

Vi invidio, passate un buon natale.

Buon pomeriggio a tutti anime belle

Buona serata a tutti coloro che sono stanchi come me.

Vita o morte?

Questo venerdì mattina alle 7 partirò per Milano, lei mi ha chiesto di andare all’aeroporto a prenderla da Lisbona… Naturalmente ha cambiato idea il giorno dopo, dopo che avevo prenotato bus e albergo 100 euro spesi invano… Ma stavolta ci sarò in aeroporto… Lei mi ha detto che non è partita, che non ci sarà. Sarà per me l’ennesima conferma di quanto sia cattiva.. Di quanto sia davvero menefreghista… Ho già passato un mio compleanno nell’aeroporto di Milano Bergamo per lei, ma stavolta… Beh stavolta se lei non ci sarà ed io resterò li da solo come un coglione ad aspettarla invano.. Sarà l’occasione giusta per definire la sua morte.

Si per me sarà morta…

Questa non gliela farò passare liscia…

Quindi vita o morte?

Il mio cuore ed il mio cervello sperano vita… La mia anima invece mi dice di non sperarci… Quando una persona è cattiva e non ti rispetta c’è poco da fare.

Lei dice di volere il mio bene… Certo spendere 44 euro più 68 112 euro è il mio bene…

Non venire e farmi passare la notte ad odiarla é il mio bene.

Vedremo… Perché sarò io a voler il suo bene. Lontano dagli occhi, dal cuore e dall’anima.

Buona notte da una Napoli da amare

Lei, non è come gli altri.
Il suo respiro, nasce dal magma.
Esala calore, esalta i colori.
Lei, è terra e mare. Ma anche cielo.
Lei, è diversa da altri. È unica.
Ha figli ricchi, poveri, bianchi gialli e neri.
Lei ha cura, poiché pura.
Napoli.
Non è di chi vi nasce.
Manco di chi ci vive.
Ma di chi la ama.
Buonanotte anime belle

Ti amo… Buona nottata in attesa di far mattina, dopo averla sentita ❤️

E poi…. E poi… E poi ti ritrovi nuovamente a fantasticare, nuovamente a sognare… Era tanto che no lo facevo.. Tanto che non pensavo e sognavo a noi, sognavo di lei e di noi… Perché è così doloroso l’amore, si oddio si l’unica cosa che chiedo è poter riabbracciarti, amarti… Sognare che tu sia mia, non ti ho detto che ho pianto in bagno, non ti ho detto che quel tuo ti amo mi ha nuovamente fatto sognare… Svegliare da un incubo Chiamato vita senza te.. Ci sono e ci sarò… Verrò ad abbracciarti e baciarti… Verrò a vederti… Mi manchi e non l’ho mai negato… Lo dico sempre.. La tua voce… Come un bambino quando sente la voce della mamma, come Hawana quando mi sente arrivare e si bagna dall’emozione così io con te… Sentirti dire ti amo… Sentirti… Sapere che ci rivedremo, il tuo volo tarderà? Sarà in orario, ti riabbracceró? Ti salterò addosso? Non lo so.. So solo che ho sognato questo momento per due mesi ed oggi eccoci qui… Ti amo.. Amiamoci e stiamo insieme… Sine a quando non troverai un altro.. Sine a quando ancora una volta non cercherai me, sine a quando non capirai che io e te siamo uno solo.. Ti amo..

Pensieri… Vorrei innamorarmi

Mi rendo conto che mi manca l’essere innamorato, ovvero essere ancora innamorato di un sogno e non è che non riesca a disinnamorarmi, è che semplicemente non riesco forse a trovare nessuno alla sua altezza, anche se a dire il vero di avventure ne ho avute ma nessuna come lei è riuscita a prendermi, rapirmi e farmi provare le sensazioni che ho provato con lei. Oramai sono passati 3 mesi da quando ci vedemmo l’ultima volta e 2 mesi fa quando sentii l’ultima volta la sua voce.. Sto bene sono felice ma mi manca amare qualcuna… Mi manca provare ciò che provavo per lei quando la sentivo.. Dovrei forse vivermi a pieno la mia relazione nonostante non provi amore? È davvero questo il senso dell’amore? Spero di no, ho smesso di sognare un suo ritorno.. Dovrebbe crescere e rendersi conto che ciò che aveva era la felicità, dovrebbe accettare per la sua età di stare bene solo con una persona ma non credo lo voglia fare… Starà sempre peggio soprattutto se un giorno dovessi cancellarla dal mio cuore per far spazio a qualcun altra. E questo significherebbe innamorarsi nuovamente (magari) ma nel frattempo preferisco essere fedele a chi non amo.. E viaggiare.. Avrei voluto farlo in sua compagnia.. (del sogno) ma lei non ha voluto…

La Spagna è Barcellona in particolare è davvero bellissima.. Mi piacerebbe viverci.. Mi piacerebbe fare tante cose.. In primis… Innamorarmi.. Chiedo venia per la monotonia ma non c’è null’altro attualmente che più desideri…forse lei… Ma questo come abbiamo detto è un sogno e non è poi così bello svegliarsi… Nell’attesa che la mia migliore amica venga nel mio hostel con il marito a bere qualcosa e mentre il cellulare si carica… Io sogno di lei.

Buona serata amici ricca di sogni e speranze

Buona domenica amici saluti da Barcellona

Il fatto è che perdere la fede in qualsiasi Dio porta l’Uomo a girarsi verso l’Uomo.
Senza fede, c’è la realtà, ed in essa, i nostri simili. Capaci di essere divini , o diabolici.
Concedere al proprio simile il dono della divinità ci porta ad avere delle paure che sono legate alla conoscenza di noi stessi.
Noi. Così fragili dentro. Costretti ad una facciata, ma consapevoli della guerra intima in noi. Coscienti della nostra imperfezione, pare ovvio il nostro dubbio, consci del nostro ego, siamo terrorizzati nell’affidarci ad altrui, poiché gli altri, tutti, sono come noi.
Io, ho trovato la salvezza e la stessa dannazione, in quelli che vivono questa stessa realtà con me.
La realtà è lealtà. Nei confronti dell’umanità.
Il resto, e menzogna a se stessi, e giustificazione agli altri.
Buona domenica amici saluti da Barcellona

Buona serata amici… Ultimo giorno poi vado da solo

La fiducia nella società non c’è più. Ma intanto, la società ci ha convinti che noi non siamo affidabili. Afflitti dal complesso di piccolezza, reagiamo con la stessa moneta con cui siamo stati pagati; in modo illogico. Normalizziamo la menzogna, legiferiamo la diversità con nazioni, religioni, frontiere e valori, denaturiamo noi stessi con regole e leggi. Creare un ambiente non giustifica snaturarlo completamente, trasformarlo oltre la sopravvivenza.
La società lo può fare, ma il corpo non lo regge. La capacita di adattamento ha portato alla diversità dalla stessa radice. Chi nel freddo viveva ha sviluppato peli e carnagione bianca, chi nel bianco era ha gli occhi a mandorla, chi nel sole vive ha la pelle scura, ma l’intimo di ogni essere non é soggetto alla natura, ma all’Uomo stesso. Quali siano i motivi principali sono evidenti; la paura,il terrore, per la propria vita, la propria esistenza, il proprio concetto nel contare, nel convincimento di altri di quanto valiamo, nella competizione normalità che ci
viene imposta, nel tempo breve delle nostre vite che percepiamo di cedere a basso costo.
Non si guarisce da avidità, da razzismo, da fascismo o da nazionalismo. Si guarisce di importanza. Attraverso la consapevolezza, realizzazione. Ogni vita vale ogni vita. E la nostra é la testimonianza che tutti meritano di più. Quanto vorrei, ha lo stesso peso del volere altrui. La felicità non é ciliegina sulla torta, dovrebbe essere il più grande progresso dell’umanità. Non si può rimproverare niente all’essere umano, ma semplicemente educarlo a credere in se stesso. Al fine di cambiare verso la direzione giusta.
Non saranno i soldi a cambiare noi, il mondo, siamo sempre noi a decidere cosa fare di noi. La realtà é ridicola dinanzi all’evidenza, la persistenza nell’errore, benché profittevole a noi stessi, danneggia radicalmente il tessuto dell’umanità. Gli argini però, in caso di rinuncia ai propri muri, dovrebbero essere gli altri. Ma quando gli altri non comprendono il disegno globale, occupati a salvare se stessi, allora ci si affida al niente, anzi, ci si affida all’illusione. E nessuno, proprio nessuno, vuole avere un illusione come futuro.
Ma la resistenza alla realtà é logorante. Da tutte le parti, ci sono pressioni immani, perlopiù, umani, a reggere questo immenso caos, le piccole pareti della nostra anima, la cella del nostro spirito. Condito con le abitudini della famiglia, del lavoro, dell’amore.
L’importanza di se stessi, la necessità di raggiungere un naturale equilibrio, sono desideri da prestare ad ogni forma di vita, essa sia vegetale o animale, Dal bene degli altri, dipende il nostro. L’Ego si contrappone a tale pensiero con gli atti. Benché essi indotti, gli atti trasgrediscono su di noi. La società ci spinge al bene nostro prima di quello comune con l’esaltare il successo, la competizione. Il bene comune invece rappresenta totalmente il nostro bene; cosi come la società ha proclamato e messo malamente in atto. Poiché la società ha scelto di frazionare tale bene in segmenti riservando porzioni maggiori in base a criteri, la società sbaglia di base un concetto molto semplice. Il bene comune implica una considerazione di se stessi come base, non più solo parte, come sommità, non più mattone. Il bene comune spazza via tutti i concetti con cui siamo cresciuti, smentisce il principio stesso per cui ci hanno preparati, formati.
Allenati per una battaglia che l’unico modo di vincere é non combattere.
E un altro paradosso. Armati fino ai denti, ma la pace rimane la cosa migliore. Una logica insensata, voluta ma non raggiunta, che squarta il velo accuratamente messo lasciandoci intravedere scenari orrendi. Star bene, non é più affar di far bene.
Buona serata amici

P. S. Ultimo giorno prenoto o no?