Notte amici, da un’anima felice

Spero di guarire di te in pochi giorni. Devo smettere di fumarti, di berti, di pensarti. Ce la posso fare, seguendo i precetti della morale di turno. Mi prescrivo tempo, astinenza, solitudine.

Ti può andare bene se ti amo soltanto una settimana? Non è molto, né poco, è abbastanza. In una settimana si possono radunare tutte le parole d’amore che si sono pronunciate sulla terra e le si può mandare al rogo. Ti scalderò col falò del loro amore in fiamme. E anche col loro silenzio. Perché le migliori parole d’amore vivono tra due persone che non si dicono nulla.

Bisogna bruciare pure quell’altro linguaggio laterale e sovversivo degli amanti. (tu lo sai come ti sto dicendo che ti amo quando dico: “Che caldo che fa”, “Sai guidare?”, “Si è fatto notte”… Tra la gente, in mezzo alla tua gente e alla mia, ti ho detto “s’è fatto tardi”, e tu sapevi che ti stavo dicendo “ti amo”)

Jaime Sabines (México 1926-1999)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...