Se non ci fossi tu ti inventerei… Innocente mai mai.. ❤️

E mi perdo nei tuoi messaggi.. Riesci a farmi passare tutte le giornate.. Riesci a rendermi felice, riesci a farmi gioire.

Mi hai fatto ri innamorare.

Non vedo l’ora di venire in Russia da te, e poi vedere di nuovo i posti che per me hanno ancora un brutto sapore, vilnius, Tallin, riga Helsinki e goderci l’aurora boreale assieme.

Riscoprire budapest e Paga e perché no la Transilvania e L’ucraina.. A breve verrò con l’auto nuova, il mio permesso per girare un mese in tutta compagnia tutto l’est.

E perdermi in giro per il mondo con te.

Amore mio mi manchi..

Innocente mai mai

Annunci

Ma ti ami davvero?

Oggi ho avuto modo di parlare con una ragazza dello strip club per il quale da una settimana lavoro, la stessa ragazza che venerdì sera ho tenuto stretta a me sul divano mentre stava avendo un attacco epilettico.

È bella, bellissima, ma non si ama, non riesce ad accettare il fatto che per vivere deve prendere 3 volte al giorno una pillola.

Oggi ha lasciato il locale, le ho fatto il biglietto del bus per farla tornare prima in Sicilia e poi nella sua terra natia la Colombia.

In auto abbiamo parlato, solo una ventina di minuti, quanto basta spero per averle forse messo una pulce nell’orecchio.

Devi amarti per essere felice, la felicità non è nella donna che ami ma non potrai mai avere, (uomo per le donne e così via) ma la felicità la trovi guardando dentro te stesso, capendo chi sei, cosa meriti, sta gettarti per forza tra le braccia di qualcuno per non essere solo /a non la trovi nelle birre ne nella droga.

Non bevo da oltre due mesi e non fumo da circa un mese, le sigarette ancora non riesco ad eliminarle ma con calma.

Faccio ciò che mi rende felice, lavoro, mi distraggo, resto a casa ed esco solo se ho davvero voglia di incontrare o vedere qualcuno, sto mettendo soldi da parte per comprare una nuova auto, una Dacia Logan Station wagon blu cosmo.

Esco a pranzo con amiche se ne ho voglia e vorrei iniziare a praticare nuovamente yoga.

A breve comprerò la macchina fotografica che avrebbe dovuto regalarmi una persona che si è rivelata un’estrema delusione ed inizierò a fare foto di ciò che più mi piace, dai piedi con calze, al glamour passando per lo Street art.

Ho così tante cose da fare che mi fanno sentire vivo che non ho bisogno di null’altro.

Sto davvero bene con me stesso, credo a 43 anni di aver finalmente aver ritrovato me stesso.

Sono felice, ultimamente lo dico spesso, mi sembra così strano e forse patetico ma dirlo mi fa stare così bene..

È l’una e mezza, mangerò qualche Ghiacciolo, vedrò la fine di un paio di film lasciati in sospeso ed andrò a dormire.. Felice, felice di guardarmi la mattina allo specchio e vedere me stesso. Ciò che ho sempre voluto essere, ancora con qualche chilo in più ma… Con il tempo senza fretta leveró anche quelli perché… Mi renderà ancora più felice.

Si mi amo davvero, sono felice.

La mia ragazza é magica

Trasformi ogni momento buio in luce ogni attimo in un eterna poesia. Se non ti vedessi tutto i giorni ne morirei.

Murr Murr Murr.

Mi manchi amore mio, il tuo sorriso è un raggio di sole, il tuo corpo statuario e pallido come il granito, un Donatello.

Non vedo l’ora di riuscire a partire per venire da te, dalla madre Russia come si suol dire.

Ti amo Liuba.. Aspettami..

Presto ci vedremo.. Prima li e poi qui..

With love x u

Buona serata da un night club

A difetto di vivere per se stesse, le persone si sono abituate a vendere se stesse.
O meglio, una parvenza di loro stessi fatta di ideologie altrui, un immagine riflessa di ciò che vorrebbero rappresentare in una società dove percepiscono di valere ben poco.
Pare che il dentro sia così soffocato da lasciare carta bianca al fuori.
Sono malate di se stessi. Conta la loro carriera. O le loro vesti. O la loro famiglia. O il loro dolore. Ma anche i loro pensieri.
Addirittura ed in modo vile, usano logiche altrui in cui più di riflettersi, ci guadagnano.
E difficile considerare se stessi alla pari di qualunque altro essere vivente su questa terra. Sarebbe come andare contro i principi della nostra educazione che vuole che conti chi calpesta.
Siamo in vetrina, in quella stringa matematica dove trovano vita milioni di persone senza più speranze. La libertà ci ha stufato, vogliamo essere schiavi, così, il padrone penserà a tutto.
Internet non offre casa, non offre cibo né acqua, propina e propone compagnia, quella che deliberatamente evitiamo nella realtà per la complessità di un sistema che fa mancare al più ciò che hanno pochi. Internet ci mette vicino virtualmente quando continuiamo ad ergere muri, a chiudere i porti, a celare i nostri cuori.
Noi siamo quelli che si incontrano per strada senza salutarci per poi mandarci i poke su Facebook o i like su whatsapp. Siamo quelli capaci di odiare altre religioni, popoli o gruppi solo per opinioni altrui, perlopiù sprovviste di senso o lontane dal nostro vero sentire.
Non c’è sicurezza nei social, ma solo in noi.
Bisogna considerare che tutto ciò che auguriamo a noi non porta mai capitare senza gli altri. E che il nostro bene, semplicemente, non può passare per il male ad altrui.
Non saranno i social a dimostrare il grado di civiltà di un popolo, ma semplicemente la felicità che vi regna. Ed essa è fuori, contenuta nella gente, oltre le frustrazioni intime e quelle inflitte.
Buonaserata amici

Buona serata a tutti i separati

Si è giudici di tutti temendo il giudizio di tutti.
Le leggi sono tante. Quelle morali, quelle religiose, quelle civiche, quelle umane. Ed ancora ne manca qualcuna.
In quel dedalo di doveri, pare che gli oneri vadano ai più virtuosi.
Sono come serpenti. Sanno insinuarsi in ogni dunque. Camaleonti che cambiano pelle ingannando il mondo. Sono quelli che non hanno macchie. Uomini e donne perfetti, lindi, immacolati. Pare guardandoli che non scopano, non cagano, manco sudano.
La società premia chi la segue, e chi la segue, premia la società.
Il vero premio della vita, il vero regalo dell’esistenza, sono i nostri simili.
Noi non siamo soli. Pur essendo separati.
Buona serata a tutti i separati

Buon inizio settimana amici

Alcune persone restano nel pensiero.
Qualcuno, raramente, nel cuore.
Lei era lì. In quel crocevia dell’anima.
Laddove l’intimità svela la solitudine.
Era lì. Annidata e sorridente.
Perciò preferisco rimanere in me.
Dove c’è sempre lei. Io non so stare da solo.
Sarà pure egoista.
Ma il pensiero di te.
Non è altro che siero di vita per me.
Buon inizio settimana amici

Che schifo di serata

Per un attimo, un solo attimo, mi è mancata, fortunatamente una sua coetanea mi ha portato subito alla realtà. Ringrazio lo schifo che ho provato nel vedere come si comportava, mentre beveva, sclerava e si comportava da ragazzina un po’ zoccoletta.

A quel punto dopo una fragorosa risata mi si è nuovamente schiarita la mente e il suo pensiero come nebbia al sole è svanito in un istante.

Felice della mia scelta, felice di essere ritornato ad essere single e felice.

Ieri sera che serata, un aperitivo e lei, cinese, asiatica, magra, con un fisico statuario ed una pelle liscia che solo le asiatiche riescono ad avere.

Non ci siamo trattenuti dopo qualche bacio dato tra la gente siamo scappati in un palazzo e tra il primo ed il secondo piano sulla rapida delle scale siamo spariti per quasi tre ore.

Inutile dire che era bisex, oramai è la categoria di donne che più atterraggo, mi ha detto che a breve verrà a trovarla un’amica americana con la quale spesso… Hmmm.. Giocano… Mi ha invitato a condividerci… E devo dire che seppur già fatto è una cosa che mi piace fare e… Che farò… Ma nel frattempo sono le 330, tra 3 ore devo svegliarmi e non ho tempo per continuare a raccontarvi.

Per ora devo dormire domani giornata intensa devo fare staff all’evento di yoga internazionale al complesso San Domenico Maggiore.

Nel frattempo il video della festa..

Notte a tutti. Namastè

Buon pomeriggio innamorati

Non è la mano nella mano.
Tantomeno i fiori ne i baci.
Non è l’attenzione dedicata ne il tempo trascorso. Non è culto, forse altare, ma non di culture, semmai di cuori.
Non è dovere.
L’amore è tiranno. È pensiero viscerale che accelera il cuore, è presenza di luce senza alcun buio nel passato ne nuvole sul futuro.
L’amore si prende la conoscenza, e lascia al suo posto la completezza.
Non porta in nessuna direzione, ti lascia lì, accanto ad una porta aperta, ove il volere non ha più senso. Si fonde col sangue, si lega col cuore, è complice dell’anima, come Houdini, non ci sono catene che possano trattenerlo.

Sapete, le anime tra di loro parlano.
Bisogna accostare l’orecchio con delicatezza sui veli dell’intimo, obliare il suono delle voci, ed imparare l’atavica lingua dei sensi.
Le parole possono spiegare tutto, ma le lingue, tutte, sono diverse. Diverse i luoghi, gli usi ed anche i culti.
Ma uguali i cuori e le emozioni. Medesime le sensazioni ed i desideri.
Il cuore malato di un Uomo non si sostituisce con quello di una scimmia. Bensì di un altro Uomo. Qualunque altro Uomo.
Sai, le anime tra di loro si capiscono.
Vanno oltre le cortine sociali o ideologiche e si raggiungono in un luogo magico dove c’è pace e bellezza. L’anima non ha velleità, la sua casa è il nostro corpo, non ha armi, accogliere i suoi simili è l’unico desiderio che prova, quando quel simile porta con se pace ed amore.

Buon pomeriggio innamorati.

Un semplice consiglio

Talvolta mi capita di imbattermi in persone tristi che piangono, che stanno male, che non riescono ad essere felici, che odiano, partendo da sé stessi, passando per la vita ed il partner o ex partner. Beh quando sento queste cose non riesco a capire come queste persone non riescano a vedere la soluzione così limpida. Tornare indietro a quando “solo con lui ti ho visto davvero felice” si perché si cresce, si sbaglia, si crede di non poter accettare compromessi, che si voglia vivere la vita senza legami etc.

Ma se quel senso di vuoto è di tristezza permane, beh forse non era proprio come si pensava dovesse essere ed allora alla fine si dovrebbe semplicemente riflettere.. Su cosa è davvero importante, se fare nuove esperienze, se godersi la vita con un’infinità tristezza o gioire della stessa facendo piccoli sacrifici.

La vita è un compromesso, sin dalla nascita, nessuno ce lo ha imposto ma eccoci al mondo, lo studio, la vita, i genitori, noi non scegliamo nulla se non e con chi vivere la nostra vita. La vita di per sé è dura, difficile, se la affrontiamo da sola insormontabili certi ostacoli, se la affrontiamo da tristi mascherando la nostra tristezza..ancora più difficile. Affrontiamo le difficoltà con chi amiamo e chi supporta è il modo migliore per farlo. L’unico modo per riuscire davvero ad essere felici.

Talvolta devi capire da solo o da sola che l’unica scelta che non vorresti fare è la più saggia e quella che ti darà più gioia. Certo sempre che tu voglia davvero essere felice, sia pronta a crescere e capire e fare compromesso per la tua felicità.

Quanto vale la tua vita e la tua felicità? La mia tanto… Ed ora lo so.. Spero se ne accorgano le persone tristi.. Spero se ne accorgano prima che dall’altra parte.. Tutto sparisca ed il filo rosso non sia altro che un ricordo sfumato di due sconosciuti, bello o brutto che sia.

Buona giornata ai tristi e ai felici.

E non dimenticate che odio e amore sono facce della stessa medaglia ed a volte si odia un altro perché lo si ama, e si odia se stesso per le scelte sbagliate che facciamo perché in realtà ci amiamo..

Errare è umano… Perdonare è divino..

Marlena torna a casa Che ho paura di sparire (filo rosso tra le mani)

https://youtu.be/4fIlXCkCepo

Cammino per la mia città
E il vento soffia forte
Mi son lasciato tutto indietro e il sole all’orizzonte
Vedo le case, da lontano, hanno chiuso le porte
Ma per fortuna ho la sua mano e le sue guance rosse
Lei mi ha raccolto da per terra coperto di spine
Coi morsi di mille serpenti fermo per le spire
Non ha ascoltato quei bastardi e il loro maledire
Con uno sguardo mi ha convinto a prendere e partire
Che questo è un viaggio che nessuno prima d’ora ha fatto
Alice, le sue meraviglie e il Cappellaio Matto
Cammineremo per sta strada e non sarò mai stanco
Fino a che il tempo porterà sui tuoi capelli il bianco
Che mi è rimasto un foglio in mano e mezza sigaretta
Restiamo un po’ di tempo ancora tanto non c’è fretta
Che c’ho una frase scritta in testa ma non l’ho mai detta
Perché la vita, senza te, non può essere perfetta

Quindi Marlena torna a casa che il freddo qua si fa sentire
Quindi Marlena torna a casa che non voglio più aspettare
Quindi Marlena torna a casa che il freddo qua si fa sentire
Quindi Marlena torna a casa che ho paura di sparire

E il cielo piano piano qua diventa trasparente
Il sole illumina le debolezze della gente
Una lacrima salata bagna la mia guancia mentre
Lei con la mano mi accarezza in viso dolcemente
Col sangue sulle mani scalerò tutte le vette
Voglio arrivare dove l’occhio umano si interrompe
Per imparare a perdonare tutte le mie colpe
Perché anche gli angeli, a volte, han paura della morte
Che mi è rimasto un foglio in mano e mezza sigaretta
Corriamo via da chi c’ha troppa sete di vendetta
Da questa Terra ferma perché ormai la sento stretta;
Ieri ero quiete perché oggi sarò la tempesta

Quindi Marlena torna a casa che il freddo qua si fa sentire
Quindi Marlena torna a casa che non voglio più aspettare
Quindi Marlena torna a casa che il freddo qua si fa sentire
Quindi Marlena torna a casa che non voglio più…

Prima di te ero solo un pazzo
Ora lascia che ti racconti:
Avevo una giacca sgualcita
E portavo tagli sui polsi
Oggi mi sento benedetto e non trovo niente da aggiungere
Questa città si affaccerà quando ci vedrà giungere
Ero in bilico tra l’essere vittima, essere giudice
Era un brivido che porta la luce dentro le tenebre
E ti libera da queste catene splendenti, lucide
Ed il dubbio o no, se fossero morti oppure rinascite

Quindi Marlena torna a casa che il freddo qua si fa sentire
Quindi Marlena torna a casa che non voglio più aspettare
Quindi Marlena torna a casa che il freddo qua si fa sentire
Quindi Marlena torna a casa che non voglio più sparire

Quindi Marlena torna a casa che il freddo qua si fa sentire
Quindi Marlena torna a casa che ho paura di sparire