Buona domenica a tutti i vivi

Oggi è domenica.
Pare tutta la settimana si sia accumulata in un preciso punto dello stomaco.
L’aggroviglio nel ventre duole, preme, spinge.
A costo di rompere tutto.
Dovrei smettere di bere, per abbracciare.
Magari, anche di fumare. Meglio amare.
Fuori piove. Io sono dentro, ma tuttavia, sono fradicio.
La mia anima è bagnata, sommersa dalle assenze, il mio corpo, divenuto sale, lentamente, si dissolve nella banalità della società.
Dovrei mangiare, ma il cibo placa la fame ma addormenta la mente.
Non so cosa fare. E dunque, non faccio nulla.
È un impressione atroce. Come arrivare in fondo ad un corridoio infinito e scoprire che l’uscita è dalla parte da cui veniamo.
Più della fede, allora, ci vorrà il piede.
Sento la pioggia che martella le tegole. Con se, porta il freddo. Forse, un gran freddo.
Mi viene la fantasia della glaciazione. Allora, ibernati, non ci saranno più preoccupazioni.
Tutto ciò svanisce pero di colpo quando mi vengono in mente i visi dei miei figli.
Tutto cambia. Lo stomaco, ancor duole. Ma il cuore, ora sorride.
È strana la ricorrenza.
L’amore, non lo è.
Tutti vogliono abituarsi alle cose belle, ma nessuno vuole aiutarsi ad abbellire le cose.
Non ho un giardino a casa. Vorrei vederlo fuori per la strada. E dovrebbero farlo tutti. Ed il mondo sarebbe più colorato e verde. Magari, aggiungiamo anche dei pavoni. Per i bimbi.
Tutti amano i colori. Li guardano, il vivido li attrae, li affascina. Non come noi che vediamo il mondo in tinte di grigio.
Non piove più. Ma anche l’aria è bagnata.
Mi chiedo cosa fate. Da quel l’altra parte del muro. Magari ad un quartiere di distanza. O parecchi paesi più in là.
Se passeggiate, se piove o no, se cucinate, se litigate, se giocate o pensate. Se siete soli o tristi. Ma soprattutto, se soffrite.
Ci sono tante anime sparse per il mondo, ma giustamente, c’è un solo mondo per tutte le anime.
Forse sarebbe più facile se fossi un gatto. No forse un gatto no. Anche i gatti si svegliano la mattina, si alzano, e corrono. Pensandoci meglio, anche i cani.
Con un sospiro, dopo aver valutato più possibilità di una vita migliore in altre spoglie, mi rassegno alla mia umanità.
Ed ogni mattina, quando un Uomo si alza, vive.. Nel bene o nel male.
Buondì amici buona domenica da vivo.

Annunci

Se cio che pensi è vero

Se ciò che pensi è vero non fermarti ad un pensiero, torna.

Se ciò che provi è vero fallo.

Se comprendi che ciò che vuoi è qui vieni.

Se ciò che più desideri ti manca fallo il gesto è torna.

Non per un momento.

Non per un attimo.

Torna per sempre se capisci dove sia la tua felicità.

Nella vita così breve e becera non ci resta altro.

La felicità, cercala, conquistala, raggiungila.

Se cerchi un posto che possa essere tuo dove poterti rifugiare come sempre hai fatto, sai dove trovarlo.

Fa che il tuo posto sia magico fa che la tua magia ti e chi renda unici e magici.

Non ti cerco perché so cosa voglio.

Hai fatto esperienza, hai cercato altrove la felicità quando già la avevi.

La felicità, quella che ti scalda il cuore e l’anima, quella di un sorriso di complicità, quella di due corpi nello stesso letto, quella di quell’odore che non sentirai più addosso a nessuno.

La chimica degli odori, la ricordo bene, rimpiango di non poter sentire il tuo.

Ma ti che amavi il mio.. Tu che quando facevamo l’amore ciò che provavi lo provavi solo con me.

Mi ami ancora?

Hai capito cosa vuoi?

Mi vuoi?

Come stai?

Ci sono se vorrai….

“se vuoi farti amare, trova un modo per entrare”

Sarebbe bello se

Sarebbe bello se:

I post fossero per me,

Le tue attenzioni fossero per me,

Tu cambiassi per me,

Tu crescesdi per me,

Tu volessi me,

Tu volessi essere salvata da me,

Tu volessi essere abbracciata da me,

Tu volessi essere capita da me.

Ma non è così altrimenti…

AGIRESTI

Buondì a tutti i condannati di questo mondo

Tutto si basa sul torto e la ragione, premura e paura.
Come un mondo posto su una bilancia.
Talvolta pende di qui, talvolta di la.
È tutto un giudizio permanente.
Il presidente della giuria, seduto su missili nucleari o con il cuore di qualcuno stretto nelle mani la mano sul pulsante e la voce rassicurante.
Gli imputati; i poveri, gli innamorati, le donne, gli uomini e così dicendo.
È tutto un fatto di regole.
Non di cuore.
E si vede. Oggi ti penso ma non ti cerco, a Napoli si dice o pur s coce rind all’acqua soie (il polpo si cuoce nella sua stessa acqua). Se negli altri non trovi ciò che cerchi magari sarebbe il caso di fare un passo indietro e realizzare che la felicità era quella che temevi tu possa avere solo con chi realmente ami. Abbi coraggio accetta la verità e lasciati andare la felicità per ora è ad un battito di ciglia.
Buondì a tutti i condannati di questo mondo.

Buonanotte a chi ama

Ci sono vie infinite.
Strade sopra il mare e sotto le montagne. Sentieri che si inerpicano e si perdono nelle sabbie del deserto o nel folto delle foreste.
Ci sono vie che diventano fango con la pioggia, altre, ghiaccio con l’inverno.
Ne ho viste di strade. Di terra battuta o di asfalto ed anche di ghiaccio.
Portavano vicino o lontano.
Di giorno o di notte, calpestate da piedi, da zoccoli o da gomme, strade che portano ogni anima verso la realizzazione di un sogno o di un dovere. A volta affollate, qualche altra volta deserte, le strade raccontano di stragi, di frange opposte, di pranzi assenti.
La distanza non racconta di bellezza. Troppo spesso, chi è vicino a noi, è più lontano di chiunque altro.
Ci sono così tane vie prendere che una sola potrebbe sembrare infima, col rischio di sbagliare e perdere una vita, sprecare un’ esistenza.
Mi sono trovato dinnanzi ad una scelta.
Una direzione da prendere.
E non ho potuto seguire le orme dell’amore. Le sue…

Piove.
Non ho l’ombrello sopra la testa.
Ho te in testa.
E mi ripara da ogni avversità.
Buonanotte a chi ama anche se il suo amore non potrà mai essere suo.

Coca, poker e Barcellona.

Ha 32 anni è spagnola, si chiama Natalia, dire che è bella è riduttivo, ha tirato coca tutta la notte a casa mia, lho vista nuda in doccia, non lho nemmeno sfiorata.

Ci sono già passato, temo una persona del genere, è bisex e vorrebbe venire a vivere da me, so come andrebbe o andrà a finire semmai davvero dovesse venire.. Ho paura, non mi sembra il caso. Cosa devo fare?

Mi piace e credo che per la sua stranezza potrei innamorarmene, mi conosco sin troppo bene, so a cosa vado incontro e boh.

Vorrei non facesse ciò che fa vorrei non frequentasse chi frequenta… Mi hanno detto che prima o tutt’ora si pseudo prostituiva.. Perché capitano tutte a me..

Meno male che i suoi piedi non mi piacciono per niente sono troppo grandi… Forse potrebbe essere una buona amica di gioco.. Forse chissà.. Visto il mio nuovo stato di single… Sto considerando di non considerarla.. O forse il contrario?

Non so che fare…

Effetto strano ma piacevole

È stato strano rivederti online, strano sapere che ti manco, si che non ti contatterò, si che non puoi ne vuoi contattarmi ed è giusto così. Ti manco? È normale, così come è normale il dovermi dimenticare, normale quando non sono ciò che vuoi, normale quando vuoi che la tua vita sia non con me.

La normalità, si dice sia banale ma io credo che talvolta sia la cosa più eccezionale al mondo se in coppia ed evidenziata dall’amore, quell’amore che ti porta a dire mi manca quella persona, i suoi baci, i suoi abbracci e le sue carezze, il fare l’amore e condividere una vita assieme, vicini, lontani, basta che si sia insieme, con rispetto e fedeltà oltre che onestà.

Se non si è pronti a questo tipo di amore meglio lasciar perdere, amore non è possedere ma lasciar liberi, di crescere e fare le proprie scelte.

Fai le tue scelte, sii felice ma se non trovi la felicità che avevi qui, probabilmente perdi il senso di te stessa e tornare sui tuoi passi per la tua felicità potrebbe essere una soluzione.

Nel frattempo.. Buona vita.. Ti amo e ti amerò.

Splendida giornata a tutti, felice come me

Non ho l’intenzione di meravigliarvi.
Tantomeno di stupirvi.
Semplicemente, vorrei amarvi.
Per non temervi.

Piene di persone ma vuote di noi.
Gli ospedali aggiustano i corpi, gli abbracci, l’anima ed il cuore.
Andare da chi soffre, gioirà per un istante, che può valere eternità.

Quando vedi nemici ovunque, sei tu il probabile nemico di te stesso.

Se ti manca qualcosa fa in modo che la tua vita possa essere senza essa.. O se non riesci fa che non possa mai più mancarti, semplicemente, riprendila. E da che mai più possa finire.

Buondì a tutti vi auguro una splendida giornata felice come me

Buona serata.. Per una persona a me cara

Il primo vero posto che raggiunsi, quello che per me ebbe un senso, fu il cuore di una donna . Per posto intendo il luogo in cui ebbi la tentazione di fermarmi perché, seppure in minima parte, ebbi la sensazione di star bene, a casa . Era una donna semplice, di un gran cuore, colei che fermò temporaneamente il mio cammino .
In quel cuore c’era un po’ di follia (un bel po’ a dir il vero)!!!!! . Era vero, puro, limpido, annidato in un corpo umano . Questa sua umanità la rendeva opaca, turbata, dilaniata . Era con- taminata anch’essa dall’imperfezione umana, ma era luce nella luce . Era una donna bella, calamita di ab- bracci, ricca di emozioni, confinata in se stessa. Sem- brava il sole e la luna, a volte radiosa, a volte offuscata e blanda . Il contrasto delle nostre pelli era un princi- pio di arcobaleno, tinta delle nostre anime . L’amore, quella volta, prese le sembianze di un mare fatto di noi due . Chi vi nuotava, vi si rinfrescava, vi era felice .
Estratto di ” Tuio”
Uscita a gennaio in tutte le librerie.

(spero quanto prima ti possa ritrovare te stessa e la strada di casa (Marlena torna a casa))
Buona serata amici

Buondì a tutti e buona colazione

Il fatto é che non capisco perché siate cosi costernati quando vi dico che non sono felice.
Oltre le tristi facce che sono l’appannaggio delle vostre vite, non ci sono altro che problemi, ansie, preoccupazioni e paure.
La verita é che siete tristi e cercate nelle parole il conforto che non trovate nella realtà. Desiderate che altri vi illudano con sembianze di felicita, fattezze di benessere.
Non sono un spacciatore di bene, ma solo il riflesso di voi.
Quando chiedete a qualcuno come sta prima guardatevi dentro. Le risposte altrui spesso sono dentro di noi.

Sono uno di quelli che la mattina aprono gli occhi con circospezione.
Prima l’uno, poi l’altro, tentando di ritrovare i frammenti perduti di sogni notturni. La realtà del giorno prima, torna a piccoli residui per poi ammucchiarsi divenendo una montagna che toglie ogni luce.
È per questo che non mi piace svegliarmi.
Ma quando qualcuno capisce che la preziosità è la cura, e quando specialmente quel qualcuno è qualcuno che ti vuole bene, un amico o un’amica e ti ricorda che c’è luce nei nostri cuori, forse nascosta, celata dalla realtà, ma lucente come la luna.
Vado a fare colazione.
Buondì a tutti e buona colazione